7 maggio 2020

Vinoclic 300×250

UVA FIERAi

Premio Nazionale Ercole Olivario: segui l’hashtag #finalistaercoleolivario2020

Tempi duri per gli eventi e per i concorsi, pure per quelli che vantano una storia consolidata. Questo è il caso de L’Ercole Olivario, prestigioso Concorso Nazionale fra gli oli DOP ed extravergini di oliva italiani nato nel 1993 dalla volontà del sistema camerale italiano, costretto per la prima volta a rimandare a data da destinarsi la premiazione ufficiale del Premio Nazionale Ercole Olivario.

Gli organizzatori non si sono però persi d’animo e hanno trovato una soluzione originale per comunicare i 98 finalisti: a partire dal 20 aprile, infatti, tramite i canali social ufficiali del concorso, facebook.com/premioercoleolivario e instagram.com/ercoleolivario, verranno svelate, ogni giorno, le aziende che hanno superato le selezioni, all’interno di una sessione di assaggio regionale.

Il viaggio dell’Ercole 2020 toccherà le Regioni ad alta vocazione olivicola presenti al concorso, grazie alle aziende partecipanti: l’Abruzzo con otto aziende, la Basilicata con due aziende, la Calabria con cinque aziende, la Campania con sette aziende, l’Emilia Romagna con un’azienda, il Lazio con sedici aziende, la Liguria con un’azienda, le Marche con un’azienda, la Puglia con undici aziende, la Sardegna con dieci aziende, la Sicilia con dieci aziende, la Toscana con nove aziende, il Trentino Alto Adige con due aziende, l’Umbria con quattordici aziende e il Veneto con un’azienda.

“Neanche per un attimo abbiamo pensato di fermarci – ha dichiarato Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio di Perugia – L’Ercole Olivario non lascerà sole le proprie imprese e anche questo anno, stiamo lavorando per loro, per rendere merito e omaggio alla qualità dei loro oli, i migliori d’Italia. Certo, abbiamo modificato il percorso del concorso, apportando modifiche che lo rendessero compatibile con le limitazioni imposte dalla normativa antivirus. Ma ci saremo e l’Ercole 2020 promette di essere all’altezza delle precedenti edizioni.”

Vi consigliamo di seguire su Facebook e Instagram le storie, spesso eroiche, dei produttori che rendono grande, probabilmente inarrivabile, il mondo dell’olio italiano, e prendere spunti per programmare dei viaggi, quando la normativa lo consentirà, per visitarli.

Potrebbero interessarti

La Spesa Contadina a casa tua

Questi mesi complicati hanno indotto in tutti noi delle riflessioni sul futuro, sia in senso generale che in ambito lavo...

Iscriviti alla newsletter


Seguici su Facebook

La Pecora Nera